Via Fazio 3019121 - La Spezia
P.Iva. 00962520110

+39 0187 5331protocollo.generale@pec.asl5.liguria.it

118 - Attività

  1. Sistema di emergenza extraospedaliera
  2. Maxiemergenze
  3. Coordinamento taxi-sanitari
  4. Servizio dei Servizi

1. Sistema di emergenza extraospedaliera
La S.C. 118 costituisce il sistema di emergenza extraospedaliera e garantisce l’intervento sanitario sul territorio che sarà modulato dalla Centrale Operativa a seconda della tipologia o della gravità della domanda.
L’attivazione del sistema di emergenza avviene con la chiamata da parte dell’utente al numero unico di soccorso: 118.
La chiamata afferisce alla C.O. dove l’Infermiere, tramite una rapida intervista telefonica, determina il grado di criticità del soccorso attribuendo allo stesso modo un codice colore:

bottone rosso Molto critico (si definisce molto critico un intervento in emergenza)
bottone giallo Mediamente critico (si definisce mediamente critico un intervento indifferibile).
bottone verde Poco critico (si definisce poco critico un intervento differibile).
bottone bianco Non critico (si definisce non critico un intervento che con ragionevole certezza non ha necessità di essere espletato in tempi brevi).

Una volta attribuita la criticità dell’intervento, la Centrale Operativa invierà il mezzo di soccorso più adeguato ed al momento disponibile per quella situazione e/o patologia che è rappresentato da una delle seguenti tipologie di vettori:

  • BLS (ambulanza con soccorritori delle associazioni di volontario distribuite sul territorio)
  • BLSD (ambulanza con soccorritori abilitati all’uso del defibrillatore semiautomatico)
  • INDIA (ambulanza con infermiere a bordo supportato da un soccorritore volontario)
  • Automedica (con a bordo medico ed infermiere, con sede a La Spezia - Delta 1, a Sarzana - Delta 2, a Brugnato - Delta 3).
  • Elisoccorso (con a bordo medico ed infermiere oltre a tecnico del soccorso con sede a Genova e Massa)

Valutate le condizioni del paziente dai sanitari del mezzo giunto sul posto, lo stesso verrà inviato su indicazione del Medico di Centrale nell’ospedale di competenza per l’iter diagnostico e terapeutico opportuno; nel caso in cui è l’equipaggio dell’automedica ad espletare il soccorso, il paziente verrà sottoposto ai primi trattamenti salvavita ed a stabilizzazione clinica per poi essere accompagnato verso la struttura più idonea su indicazione del Medico sul territorio, che è il coordinatore del soccorso stesso.

2. Maxiemergenze
Altra attività di competenza del sistema 118 è la gestione delle maxiemergenze, sia come attività di coordinamento dei soccorsi sia come espletamento degli stessi, con appositi protocolli operativi all’interno del sistema della Protezione Civile coordinati dall’U.T.G.-Prefettura insieme agli altri enti istituzionali ( VV.FF., Polizia, Carabinieri, Guardia Forestale, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, ect.).

3. Coordinamento trasporti sanitari non urgenti
L’attività di coordinamento dei trasporti sanitari non urgenti consiste nella gestione dei trasporti non urgenti dei pazienti infermi non deambulanti autorizzati dalle strutture ASL preposte, nei seguenti casi:

  1. dalle proprie abitazioni all’ospedale per attività di consulenza medico-specialistica ambulatoriale od
  2. ospedaliera
  3. nella dimissione ospedaliera dei pazienti non deambulanti dai P.S. e dai reparti di degenza
  4. nei trasporti interni al presidio ospedaliero per ricovero o trasferimento dei pazienti o per espletamento di
  5. visite e/o indagini strumentali di pazienti ricoverati o trasporto di sangue e materiale per i presidi dell’ASl 5
  6. trasporto dei pazienti dializzati previa autorizzazione del medico della Dialisi

4. Servizio dei servizi
Sin dall’inizio delle attività la C.O. 118 si è sempre caratterizzata come "servizio dei servizi" mettendo a disposizione il know-how acquisito, l’esperienza degli operatori, l’accessibilità 24 ore/24 ed ha, gradualmente, implementato la sua attività fino a diventare punto di riferimento a livello aziendale e provinciale per :

  1. punto per chiamata per il soccorso alpino e speleologico provinciale
  2. attivazione allarme antincendio ASL 5 Ospedale "S. Andrea"
  3. attivazione pronte disponibilità servizio antincendio ed emergenza NBCR ASL 5 'Spezzino'
  4. attivazione Servizio Medicina Legale
  5. attivazione Servizio Recupero Salme dal territorio per tutti i comuni della provincia
  6. attivazione Servizio Igiene Alimenti e della Nutrizione
  7. attivazione Servizio Veterinario e Sanità Animale
  8. attivazione Servizio di Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro (PSAL)
  9. attivazione Agenzia Regionale prevenzione Ambientale (ARPAL) a livello provinciale
  10. coordinamento delle attività di prelievo, trapianto e trasporto d’organi per gli aspetti di sua competenza
  11. "Servizio Logistico 118" – come supporto al DEAC a all’ASL 5 in tema di omogeneizzazione delle risorse
  12. tecnologiche destinate alla gestione dell’emergenza – urgenza.