Regione Liguria
Cerca

INAUGURATA LA R.E.M.S. DI CALICE AL CORNOVIGLIO

La R.E.M.S. (Residenza per l’esecuzione delle Misure di Sicurezza) inaugurata oggi 9 giugno 2022, alle 10, in località Santa Maria Le Cassorane di Calice al Cornoviglio (SP), alla presenza dei vertici di ASL5 e delle autorità civili, militari e religiose del territorio, è la prima in Italia che ospiterà pazienti provenienti da altre Regioni sottoposti a misure detentive perché socialmente pericolosi e incapaci di intendere e volere nel momento della commissione del reato; la seconda in Liguria, dopo quella di Genova Prà destinata all’accoglienza dei soggetti liguri, colpiti da misura di sicurezza detentiva.

È una struttura residenziale, nata dall’inedita collaborazione tra il Ministero di Giustizia e il Ministero della Salute, con funzioni terapeutico-riabilitative a permanenza transitoria (il periodo di degenza ha un limite temporale) ed eccezionale, a numero chiuso, senza la presenza di Polizia penitenziaria, che sostituisce l’esecuzione delle misure di sicurezza negli ospedali psichiatrici giudiziari (OPG) e nelle case di cura e custodia, chiuse definitivamente dal 1 aprile 2015, come previsto dall'art. 3-ter del decreto-legge 22 dicembre 2011, n. 211 – convertito in legge 17 febbraio 2012, n. 9 – relativo a interventi urgenti per il contrasto della tensione detentiva determinata dal sovraffollamento delle carceri.

La REMS di Calice vanta un’area di circa 1200 mq, venne acquistata da ASL5 nel 2014 per 1 milione e 180mila euro per poi essere ristrutturata con un investimento di circa altri 3 milioni di euro. Verrà gestita dal Dipartimento di Salute mentale e dipendenze di ASL5 attraverso una convenzione con due cooperative di Lanciano, in provincia di Chieti, che si sono costituite ad hoc e aggiudicate un appalto regionale che prevede anche il comodato d’uso, rinnovabile nel tempo, dell’immobile e di tutto l’arredamento e la strumentazione con i quali è stata allestita la struttura.

Usufruirà fino al 2024 di 2,6 milioni di euro all’anno e ospiterà 20 detenuti che saranno seguiti da 18 infermieri turnisti, 8 oss, 4 riabilitatori psichiatrici, 4 ausiliari e uno psicologo, oltre ad educatori ed assistenti sociali. A questo staff si aggiungeranno 4 psichiatri che saranno presenti in struttura 12 ore al giorno e reperibili di notte, a cui si affiancherà uno psichiatra Asl, di raccordo tra la struttura e l’azienda, che garantirà 18 ore a settimana e avrà funzione di direttore sanitario.

L’apertura della REMS ha richiesto per ASL5 un impegno particolare che non si è limitato alla sola aggiudicazione al consorzio affidatario. Oltre agli importanti lavori di ristrutturazione e allestimento si è dovuto intervenire anche per la fornitura idraulica che era garantita in modo conforme solo d’inverno.

Inoltre, preliminarmente, è stato elaborato un protocollo di sicurezza tra ASL, Regione Liguria e Prefettura di Spezia (in ottemperanza all’art. 32 del decreto legge n. 17 del 1 marzo 2022 convertito con legge 27 aprile 2022 n. 34) che ha individuato le modalità di intervento in caso di necessità per garantire la massima sicurezza per gli ospiti, gli operatori e il territorio, tenuto conto anche della particolarità del sito ove è ubicato il complesso.

La REMS di Calice, infatti, è una struttura all’avanguardia per la sicurezza e, oltre ad un sistema di videosorveglianza e antintrusione interno e esterno, godrà, sulle 24 ore, di un servizio di Guardie Giurate Particolari, dell’attento monitoraggio delle Forze di Polizia territorialmente competenti e dell’attuazione di un collegamento di emergenza fra la centrale operativa del servizio di vigilanza interno alla REMS ed il 112.

 

 

 

 

La Spezia, 09/06/2022​


Informazioni Emergenza Coronavirus