Regione Liguria
Cerca

IL LOGO DELLA RETE “QUI INSIEME”

IL LOGO DELLA RETE “QUI INSIEME”

Il logo che rappresenterà la Rete “Qui Insieme” composta da 12 partner pubblici e privati, nata per rispondere al bando “InTreCCi 2018 – casa, cura e comunità” e finalizzata a soddisfare i bisogni di persone e nuclei familiari fragili del territorio spezzino, è quello di Greta Sofia Amato.

A proclamare il logo vincitore la Comunità spezzina con 1232 preferenze e la Cabina di Regia della Rete “Qui Insieme” costituita dai partner che ha espresso 9 preferenze (ogni voto valeva 132 voti della Comunità).

Amato ha vinto con 907 voti. Il punteggio è stato ottenuto sommando le 511 preferenze espresse dalla Comunità con le 396 della Cabina (il voto espresso dalla Cabina di Regia pesava sul totale per il 60% mentre quello della comunità per il 40%).

La vittoria arriva a conclusione di un lungo percorso, iniziato a novembre scorso, quando la Rete ha chiesto ai ragazzi della V A (indirizzo grafico) del Liceo Artistico dell’Istituto V. Cardarelli di La Spezia, di ideare un logo che fosse in grado di comunicare e rappresentare la capacità di fare squadra tra attori differenti e che potesse diventare simbolo della collaborazione tra i partner, dell’attivazione di percorsi condivisi, della progettazione e rapidità di interventi di cura.

Dieci le proposte realizzate tra cui la rete “Qui Insieme” ne ha selezionate quattro: quelle di Greta Sofia Amato, Elisa Gori, Elia Plastina e Filippo Vanni. I loghi finalisti sono stati nuovamente votati dalla Cabina di Regia Progettuale e dalla Comunità: la studentessa vincitrice è stata premiata con 300 euro, 700, invece, sono stati consegnati alla scuola.

 

Alla premiazione, tenutasi il 3 maggio scorso presso la sala multimediale della sede del Comune di La Spezia, sono intervenuti il Direttore Generale di ASL5 Paolo Cavagnaro, il Direttore Socio Sanitario di ASL5 Maria Alessandra Massei, il Sindaco di La Spezia Pierluigi Peracchini, i rappresentanti dei partner della rete di comunità “Qui Insieme” (Comuni di Spezia, Borghetto di Vara, Sarzana, Sesta Godano e Riccò del Golfo, le cooperative sociali Campo del Vescovo, Coopselios e Mondo Aperto, la Caritas, le Aggregazioni Funzionali Territoriali (AFT) dei Medici di Medicina Generale, i comitati della Croce Rossa Italiana della Spezia e di Riccò del Golfo), la dirigente scolastica Sara Cecchini e la referente del progetto Brigida Milazzo con gli alunni della V A (indirizzo grafico) del Liceo Artistico dell’Istituto V. Cardarelli di La Spezia.

 

“Non è stato facile tradurre in un logo i molteplici valori di “Qui Insieme”: l’ideazione è stata complessa ma molto stimolante – ha detto la studentessa vincitrice Greta Sofia Amato. - Durante tutto il percorso abbiamo sentito il supporto e la fiducia della Rete, che ci aveva assegnato un compito che riteneva importante, e della scuola che ha creduto in noi.

È una bella soddisfazione aver vinto il concorso creando qualcosa che sarà utile alla collettività e potrà concretamente essere il simbolo dell’aiuto offerto a chi ne ha bisogno. Dopo cinque anni di studi artistici, aver avuto l’opportunità di sperimentare come l’arte, e in questo caso specifico la grafica, facciano parte della vita quotidiana è stata un’esperienza unica; così come prendere parte attivamente a questo processo è stata un’occasione di crescita”.

 

“Siamo molto soddisfatti di questa collaborazione con il Cardarelli poiché è stata un’occasione per fare rete, riproponendo, in qualche modo, proprio la Rete di Comunità che abbiamo chiesto ai ragazzi di rappresentare – ha commentato Paolo Cavagnaro, direttore generale di ASL5. - Questo progetto è stato selezionato per essere presentato mercoledì prossimo a Bologna a Exposanità durante un forum pomeridiano. Sarà la prima, di tante volte, in cui questi loghi usciranno fuori dai confini della Liguria e per il simbolo vincitore di rappresentare “Qui Insieme”. Siamo felici, attraverso questo progetto, di promuovere il lavoro e le idee di questi ragazzi”.

 

 

La rete “Qui Insieme”

La rete “Qui Insieme” è nata per rispondere al bando “InTreCCi 2018 – casa, cura e comunità” indetto dalla Compagnia di San Paolo per supportare iniziative innovative a sostegno della domiciliarità di persone fragili nei territori di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. ASL5 insieme a 8 degli attuali partner ha partecipato e “Qui, Insieme – Rete di comunità” è risultato progetto vincitore aggiudicandosi 120mila euro stanziati dalla Fondazione Carispezia.

La Rete “Qui Insieme” con modalità multidisciplinari e multiprofessionali, intende rispondere ai bisogni di persone e nuclei familiari fragili del territorio spezzino, attraverso interventi sanitari, sociosanitari e di inclusione sociale. L’obiettivo è quello di realizzare un modello culturale-organizzativo multidimensionale, differenziato, integrato e innovativo, capace in tempo reale di prendersi cura dei beneficiari e dei loro bisogni emergenti, valorizzando le risorse della comunità, così da poter fornire una risposta immediata alle segnalazioni che pervengono ai/dai Partner della Rete.

“Qui Insieme” si propone come un potenziamento della collaborazione inter-istituzionale attraverso: la gestione delle segnalazioni, la valutazione del bisogno, la progettazione e l’erogazione integrata degli interventi e dei servizi alla persona e al suo nucleo familiare, il monitoraggio delle attività e degli esiti degli interventi. All’interno della Rete, ciascun partner si impegna a segnalare, per quanto di sua competenza, le necessità delle persone incontrate/conosciute nel territorio e a mettere a disposizione le risorse disponibili, favorendo l’integrazione tra diverse figure professionali, allo scopo di superare la frammentazione degli interventi di assistenza ai beneficiari.

Il funzionamento della Rete si fonda sulla Cabina di Regia inter istituzionale: organo decisionale, espressione delle finalità dell’intervento del partenariato, e la Centrale Operativa Territoriale (C.O.T.), unità operativa per l’integrazione dei servizi offerti dai soggetti pubblici e privati aderenti alla Rete, con funzioni di coordinamento e integrazione delle attività e dei servizi al domicilio delle persone. La C.O.T. si articola in: un HUB che copre tutto il territorio di ASL5 e 3 Spoke presenti nei Distretti 17, 18 e 19 a cui, nel tempo, se ne aggiungeranno altri.

L’equipe dell’HUB raccoglierà e valuterà le segnalazioni provenienti dai partner e le smisterà alle COTSpoke, composte da equipe multidisciplinari del territorio di competenza. Le 3 COT-Spoke promuoveranno, faciliteranno e coordineranno gli interventi rivolti a tutta la popolazione cronico-fragile, con particolare attenzione agli anziani over 75 anni, disabili adolescenti, giovani ed adulti con genitori anziani, persone “invisibili” (senza dimora, poveri, separati in difficoltà, migranti) nuclei familiari/persone in difficoltà.

 

 


Informazioni Emergenza Coronavirus