Via Fazio 3019121 - La Spezia
P.Iva. 00962520110

+39 0187 5331protocollo.generale@pec.asl5.liguria.it

Sorveglianza epidemiologica

Cos’è e come nasce la Sorveglianza epidemiologica ambientale alla Spezia?

E’ un sistema di sorveglianza sanitaria locale. Strumento di tipo descrittivo con l’obiettivo di monitorare la frequenza di alcuni eventi di interesse in funzione di potenziale inquinamento ambientale.

Sul territorio della ASl5 insistono/hanno insistito fonti di inquinamento: cantieristica navale, centrale termoelettrica, impianti lavorazione di metalli (principalmente Pb) e smaltimento di rifiuti, raffinerie, industrie settore edilizio (ceramica, laterizia, lapidea). Inoltre alla fine del 1996 si verificò un’emergenza ambientale nella zona sudorientale della Spezia.

Considerate le peculiarità ambientali della nostra provincia in generale e della zona sudorientale della città capoluogo in particolare, fu deciso di attivare un sistema di sorveglianza con lo scopo di monitorare eventuali eccessi di alcuni eventi sanitari per i quali erano più solide le prove di correlazione con l’inquinamento ambientale.

Tappe:

-Nel 2002 incarico ad ASL e IST- Genova per monitoraggio di un gruppo di patologie “ambiente-correlabili”

-Dal 2007 ad oggi creazione struttura ASL dedicata all’interno del Dipartimento di Prevenzione e prosecuzione del suddetto monitoraggio

Quali problemi di salute studia la sorveglianza locale?

Vengono studiati malattie o problemi di salute per i quali esistono prove scientifiche del loro legame con l'inquinamento ambientale.

1.      Neoplasie: frequenza di alcune sedi tumorali negli adulti (Pancreas, Ossa, Tessuti molli, Rene, Sistema Nervoso Centrale, Linfoma Non Hodgkin, Linfoma di Hodgkin, Leucemie) e tutti i tumori pediatrici.

2.      Esiti avversi della riproduzione: abortività spontanea, abortività volontaria con malformazione fetale, difetti congeniti ecc.

 

Come vanno interpretati i risultati del monitoraggio e a cosa servono?

Il sistema di monitoraggio epidemiologico è uno strumento descrittivo essenziale per valutare nello spazio e nel tempo la frequenza di decessi e/o malattie, misurati su gruppi di individui residenti in aree geografiche definite. Lo strumento non permette di individuare le cause di eventuali eccessi di malattia/mortalità, ma consente di suggerire ipotesi di tipo causa-effetto che saranno valutate, se necessario, con studi di tipo "eziologico".

Si tratta di studi su singoli individui, per i quali saranno indagati molti fattori di rischio contemporaneamente. La prassi scientifica indica proprio negli studi descrittivi la base per generare ipotesi eziologiche ( cioè di causa-effetto).


A che periodo si riferiscono le analisi?

Il periodo delle varie analisi dipende dall'esito studiato e dalla disponibilità dei dati, sia riferiti all'ASL 5 sia quelli riferiti alle popolazioni con cui ci si confronta (Liguria, Italia). Per questo motivo i report possono riferirsi a periodi differenti.

Inoltre anche l'associazione Italiana Registri Tumori afferma che :"Il Rapporto AIRTUM 2011 pubblica i dati di sopravvivenza dei malati di tumore fino all'anno 2007, ma questo non significa che i dati pubblicati siano vecchi: considerate le problematiche connesse all’accesso alle fonti informative, la complessità del processo di raccolta, valutazione e archiviazione delle informazioni svolto dai Registri Tumori, questi sono i primi dati raggiungibili. L'AIRTUM garantisce un'ottima qualità del dato, ma le sue procedure implicano almeno tre anni di lavoro per la pubblicazione di un anno di incidenza, lo stesso avviene nei registri tumori degli altri paesi europei e statunitensi. La lunghezza dei tempi di pubblicazione è variamente determinata dalle numerose fasi di lavoro seguite dai Registri. L'AIRTUM è comunque impegnata a ridurre i tempi di produzione dei propri dati." 


Analisi effettuate:

-  Analisi della mortalità oncologica nell’ASL 5 “Spezzino” nel periodo 1988-2006

-  Analisi dell’incidenza dei tumori ambiente correlabili e pediatrici nell’ASL5 “Spezzino” nel periodo 2002-2005

-  Analisi dell’abortività spontanea nell’ASL 5 “Spezzino”. Periodo 2003-2011

-  Analisi della mortalità non oncologica nell’ASL 5 “Spezzino” nel periodo 1988-2006

- Analisi dei ricoveri ospedalieri nell’ASL 5 “Spezzino” nel periodo 2000-2013

 

Reportistica consultabile e scaricabile:

- MORTALITA' ONCOLOGICA E NON ONCOLOGICA - 1988-2006

E’ lo studio dei decessi per tumore e per cause non tumorali nello spazio e nel tempo.

Mortalità oncologica nell’ASL 5 “Spezzino”- Periodo 1988-2006

Mortalità non oncologica nell’ASL 5 “Spezzino” - Periodo 1988-2006

 

- INCIDENZA DEI TUMORI "AMBIENTE - CORRELABILI"

Lo studio dell'incidenza permette di valutare l'insorgenza di nuovi casi di tumore nello spazio e nel tempo.

Incidenza dei tumori ambiente correlabili e pediatrici nell’ASL5 “Spezzino” nel periodo 2002-2005


- ESITI AVVERSI DELLA RIPRODUZIONE

In ambito epidemiologico gli esiti riproduttivi sono stati proposti come indicatori precoci e sensibili di rischi sanitari derivanti da contaminanti ambientali. Viene studiata la frequenza nello spazio e nel tempo di :

    •    Aborti spontanei
    •   Gravidanze ectopiche
    •   Nati morti
    •   Interruzioni volontarie di gravidanza per malformazione fetale
    •   Malformazioni congenite
    •   Nascite pretermine
    •   Nascite a termine sottopeso
    •   Mortalità infantile


Aborti spontanei nell'ASL 5 Periodo 2003-2011

 

- ANALISI DEI RICOVERI OSPEDALIERI

Questo studio ha lo scopo di descrivere la distribuzione della morbosità per patologia misurata attraverso il ricorso alle strutture ospedaliere; come fonte dei dati sanitari, viene utilizzata la scheda di dimissione ospedaliera (SDO).

Analisi dei ricoveri ospedalieri in ASL 5 “Spezzino”. 

Periodo 2000-2013

Appendice :   Capitolo 6.1 Confronto Dimissioni

 Capitolo 6.2 Confronto Dimessi 

 Capitolo 6.3 Mappe SDR - FBE - Dimissioni

 Capitolo 6.4 Mappe SHR - FBE - Dimessi


Comunicazione con cittadini e istituzioni:

Convegno Sala Dante 29.05.2013:



Audizione in Comune 15.03.2016:
Presentazione Dr.ssa Baldi - Analisi dei ricoveri

Audizione in Comune 7.03.2014:

Presentazione Dr.ssa Baldi - Sorveglianza tumori

Audizione in Comune 26.09.2013:


Attività in corso:

  • Aggiornamento in continuo del registro tumori ospedaliero. Si tratta unicamente della casistica afferente al reparto di SC Oncologia del nostro Presidio Ospedaliero. 
  • Aggiornamento in continuo del registro eventi avversi ospedaliero. Si tratta unicamente della casistica afferente al reparto di SC Ostetricia e Ginecologia del nostro Presidio Ospedaliero. 
  • Incidenza Neoplasie “ambiente-correlabili”- Analisi periodo 2006-2011
  • Mortalità oncologica e non oncologica - Analisi periodo 2006-2011
  • Difetti congeniti e altri esiti avversi della riproduzione - Analisi periodo 2003-2011 


Collaborazione esterna con IST- San Martino Genova

Per alcune delle analisi sopra riportate (in particolare per la mortalità e l’incidenza di neoplasie)  l’ASL 5 collabora da molti anni con il Servizio di Epidemiologia dell’IRCCS San Martino-IST di Genova.

 

Passaggi sui media:

.....sezione in costruzione



Link Utili:

ARPAL-La Spezia

AIRTUM - Associazione Italiana Registri Tumori

Registro Tumori Regione Liguria

Registro Mesoteliomi Regione Liguria

IRCCS -SAN MARTINO IST