Via Fazio 3019121 - La Spezia
P.Iva. 00962520110

+39 0187 5331protocollo.generale@pec.asl5.liguria.it
 
CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIAUniversità degli studi di Genova

 

 

Benvenuti

La professione di Tecnico Sanitario di Radiologia Medica (TSRM) può essere inserita tra le giovani professioni, essendo nata ufficialmente all'incirca 40 anni fa dal riconoscimento dell'esistenza di un'operatività vicina a quella di “fotografo” che al posto della radiazione luminosa usava i Raggi X. Essa si è celermente evoluta, passando da quella fase iniziale ad una attuale in cui, seguendo la rapidissima evoluzione tecnologico-informatica, l'operatività del TSRM si esplica nelle più innovative tecnologie sanitarie.

 

Presso il Polo Universitario Sanitario di La Spezia è attivo il Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia (Classe delle  Lauree 3 delle Professioni Sanitarie Tecniche, ai sensi del D.M. 2 aprile 2001).

 

Il Diploma di Laurea è utile ai fini:

  • dell’accesso alla professione di Tecnico sanitario di Radiologia Medica (TSRM);
  • dell’accesso riservato ai corsi di specializzazione e formazione complementare ( Master 1° livello e Laurea Specialistica).

Sbocchi Professionali

E’ possibile esercitare la professione di TSRM nei seguenti ambiti:

  • ospedali pubblici e privati
  • istituti di ricovero e cura a carattere scientifico(I.R.C.C.S.)
  • aziende sanitarie locali (A.S.L.)
  • cliniche e ambulatori privati
  • centri di ricerca
  • industrie del settore
  • libera professione

 

Durata e articolazione del corso

La durata del Corso è triennale e la frequenza è obbligatoria.

Il percorso formativo comprende: attività didattica teorica; attività di tirocinio, attività didattiche scelte dallo studente ed una quota riservata allo studio e ad altre attività formative individuali. L’acquisizione delle competenze da parte degli studenti è calcolata in Crediti Formativi Universitari (CFU), 60 per ogni anno per un totale di 180.

 

Che cosa sono i crediti formativi universitari.

Il credito formativo universitario (CFU) è l’unità di misura che definisce quanta attività di studio, o di lavoro di apprendimento, è convenzionalmente richiesta a uno studente per il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dal Corso di Laurea.

Il sistema dei crediti permette di misurare e quindi razionalizzare la quantità di lavoro di apprendimento dello studente. I crediti, che fanno parte del sistema universitario europeo, consentono di comparare diversi sistemi di studio e valutare i contenuti dei programmi.

Con la riforma universitaria i crediti sono stati adottati in tutto il sistema universitario italiano per facilitare gli studenti nel trasferimento da un corso di studio a un altro, oppure da un'università a un'altra, anche straniera.

La valutazione dei crediti acquisiti spetta all’Università di accoglienza. I crediti acquisiti durante un corso di studio possono essere riconosciuti per il proseguimento in altri percorsi formativi universitari, tutti o in parte secondo la corrispondenza delle attività formative.

 

Come sono determinati i CFU

Nel Corso di Laurea in TRMIR il credito corrisponde a 25 ore di lavoro di apprendimento da parte dello studente, tra lezioni in aula, laboratori, esercitazioni, seminari e studio individuale, tirocinio e tesi.

L'acquisizione dei crediti è legata al superamento degli esami relativi ai Corsi integrati, al superamento dell’esame annuale di tirocinio, e ad altre forme di verifica stabilite per altre attività didattiche, come nel caso dell’attività didattica a scelta dello studente. I crediti non valutano il profitto, pertanto la loro acquisizione è indipendente dal voto conseguito.

 

Calendario delle attività didattiche e degli esami.

Ogni anno accademico si divide in due semestri: da ottobre a febbraio e da marzo a settembre. In ciascun semestre sono presenti, a periodi alterni, attività teoriche e di tirocinio: la durata di ciascun periodo varia da un minimo di 4/5 settimane ad un massimo di 10/12 settimane. La durata complessiva del tirocinio aumenta progressivamente dal primo al terzo anno di corso.

Le sessioni di esame sono 4: la prima a febbraio, la seconda tra giugno e luglio, la terza a settembre e la quarta a dicembre. Durante la prima e seconda sessione, della durata di 4 settimane, sono sospese le attività didattiche.

 

Attività didattica teorica

L’attività didattica teorica si svolge, di norma,  presso la sede del Polo Universitario Sanitario in Via del Canaletto 165.

L’attività didattica teorica può consistere in lezioni frontali in plenaria, seminari, laboratori, esercitazioni o altre attività a piccoli gruppi. Attraverso tali attività lo studente acquisisce conoscenze finalizzate alla gestione di specifici problemi professionali.

 

Attività didattica pratica (tirocinio)

L’attività didattica pratica si svolge in diverse sedi del Servizio

Sanitario Nazionale. L’attività didattica pratica rappresenta una parte fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi formativi generali ed ha lo scopo di far conseguire competenze rivolte all’individuazione, pianificazione, erogazione e valutazione di prestazioni tecnico

radiologiche, da effettuarsi con autonomia e responsabilità.

 

Attività a scelta dello studente

L’ordinamento didattico del Corso di Laurea in TRMIR prevede che lo studente acquisisca 2 CFU in ogni anno di corso attraverso la partecipazione ad attività formative scelte tra quelle proposte da docenti e tutor o dagli studenti stessi. Tali attività possono consistere in corsi monografici, seminari, laboratori, stage nei servizi sanitari, attività di ricerca, attività culturali, di volontariato.

 

 

FIGURE DI RIFERIMENTO

Il Presidente del Corso di Laurea

E’ il rappresentante ufficiale del Consiglio di Corso di Laurea in seno all'Ateneo.

 

Il Coordinatore del Corso di Laurea

Il Coordinatore è responsabile, sotto la supervisione del Presidente, dell’attuazione del progetto didattico proposto dal Consiglio di Corso di Laurea e approvato dal Consiglio di Facoltà. Coordina l’organizzazione e la gestione delle risorse necessarie per la realizzazione del progetto didattico.

 

I Tutori professionali

I tutori professionali sono TSRM qualificati, scelti presso le strutture sanitarie in cui si svolge l’attività didattica pratica, che sono nominati con incarichi annuali dal Consiglio del Corso di Laurea. I tutori professionali concorrono all’organizzazione e attuazione delle attività Professionali e supervisionano e guidano gli studenti nell'attività formativa di tirocinio.